Partita IVA: adempimenti dopo l’apertura

Partita IVA: adempimenti dopo l’apertura

Lavoratori autonomi e ditte individuali che aprono Partita IVA hanno davanti a sé una lunga serie di adempimenti burocratici: in questo articolo forniamo una guida completa, a partire dall’iscrizione al Registro Imprese della Camera di Commercio competente per il territorio a quella INAIL e INPS/cassa professionale. Registro Imprese L’iscrizione al Registro Imprese è obbligatoria solo per l’imprenditore titolare di un’azienda individuale, ossia artigiani (idraulici, falegnami, muratori, imbianchini, elettricisti, meccanici, parrucchieri, estetiste, pasticceri) e commercianti (grossisti e venditori al dettaglio, ambulanti, porta a porta, televenditori). I lavoratori autonomi che aprono Partita IVA non vi sono tenuti: restano quindi esenti professionisti iscritti a un ordine o albo (commercialisti, avvocati, medici, notai, ingegneri,…

IMPOSTE SU PARTITA IVA: IN ARRIVO LA TASSA PIATTA

IMPOSTE SU PARTITA IVA: IN ARRIVO LA TASSA PIATTA

In arrivo novità per le partite Iva, quindi artigiani, piccoli commercianti e professionisti. Il governo è pronto ad attuare una vera e propria riforma volta a cambiare il rapporto tra autonomi e fisco. Tra le principali novità una “flat tax” e l’abolizione degli studi di settore. La riforma studiata dal governo partirà da maggio, con la presentazione di un correttivo al decreto semplificazioni attuativo della delega fiscale, e terminerà a dicembre nella prossima legge di Stabilità. Ma vediamo le principali novità. Partite Iva 2016, “flat tax” La riforma prevede una nuova…

APRIRE UN SITO DI E-COMMERCE: 5 DOMANDE DA PORTI

APRIRE UN SITO DI E-COMMERCE: 5 DOMANDE DA PORTI

Se stai leggendo questo articolo sicuramente stai pensando di avviare un sito di Ecommerce e vuoi conoscere tutti gli adempimenti fiscali. In passato ci siamo occupati della disciplina fiscale legata alle cessioni effettuate in e-commerce , mentre in questo contributo andremo a vedere quali sono le procedure che devono essere predisposte per avviare un sito di Ecommerce ed essere in regola con la normativa fiscale. Le domande che ci vengono poste su questo argomento sono moltissime e per questo abbiamo deciso di riassumere e rispondere in maniera chiara e semplice, alle 5…

730 O UNICO? I CONSIGLI PER FARE LA SCELTA GIUSTA

730 O UNICO? I CONSIGLI PER FARE LA SCELTA GIUSTA

Ogni soggetto residente fiscalmente in Italia (ai sensi dell’articolo 2 del Tuir), che abbia percepito redditi nell’arco di un periodo di imposta è tenuto, genericamente (salvo eventuali casi specifici di esonero), a presentare la dichiarazione dei redditiall’Agenzia delle Entrate. La dichiarazione dei redditi è lo strumento con il quale il contribuente dichiara scientemente i propri redditi e ne corrisponde i tributi all’Erario (DPR n. 600/73). La dichiarazione dei redditi delle persone fisiche può essere effettuata, alternativamente, attraverso la compilazione del modello Unico, o del modello 730. Si tratta di due modelli dichiarativi distinti, ognuno…

INVESTIMENTI, DAL 2017 NIENTE SUPERAMMORTAMENTO

INVESTIMENTI, DAL 2017 NIENTE SUPERAMMORTAMENTO

Il Governo non intende prorogare il superammortamento al 140% nel 2017, quindi per le imprese «è il momento giusto» per investire in Italia: parola del premier, Matteo Renzi,davanti alla platea degli imprenditori delle macchine utensili americani riuniti a Chicago. Si tratta delle misura introdotta dalla Legge di Stabilità 2016, che alza del 40% ladeduzione per l’acquisto di beni strumentali nuovi: la norma copre il periodo ottobre 2015-dicembre 2016. Renzi stava parlando davanti a una platea di imprenditori che voleva, evidentemente, incoraggiare a investire in Italia. Non ha quindi effettivamente escluso nulla,…