L’azione di responsabilità diventa “prassi”

Iorio – Il Sole 24Ore del 06/09/2016

È noto da tempo, che le coperture assicurative dei professionisti, riescono a garantire in sede di transazione, soprattutto nel caso di collegi sindacali di società fallite, il pagamento di somme per il fallimento. Ecco perché i curatori fallimentari promuovono, sempre più spesso, l’azione di responsabilità nei confronti di sindaci e amministratori di queste società in fallimento. Resta la legittimità di questa decisione, ma ormai sembra essere diventata la prassi. Non per colpire sindaci o amministratori colpevoli di cattiva gestione societaria o di controlli, ma appunto, per recuperare risorse per l’attivo fallimentare. L’azione di responsabilità può essere esercitata entro cinque anni dalla cessazione delle cariche coperte, mentre la prescrizione, come stabilito dall’articolo del Codice Civile n. 2935, parte dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere.

Related posts